AGGIUNGIMI – Dall’11 al 23 ottobre 2011 al Teatro dell’Orologio (Roma)

…A GRANDE RICHIESTA RITORNA…

“Aggiungimi”

Aggiungimi“! Basta un “clic” e si apre il mondo!

 

Sei nella vita di persone che non hai mai incontrato, hai amici che non conosci e che forse non conoscerai mai, parli e scrivi senza filtri, chiedi, rispondi, confermi e confondi. Ma il virtuale non è reale, può nascondere molte sorprese, può trasformare un sogno in un’amara verità lasciando spazio al peggiore degli incubi.

 

Michele, uno studente universitario, e Alex, un famoso attore, dopo essersi conosciuti in chat, si incontrano nella vita reale e quella che per alcuni viene chiamata una semplice avventura, si trasformerà in un vero incubo.
Michele e Alex, vengono travolti dal modello societario dei nostri tempi che vuole tutto e subito. Un modello che, soprattutto, nell’ipocrisia del siamo tutti uguali, non perdona e schiaccia psicologicamente chi non ha il coraggio di essere ciò che veramente è.

 

Aggiungimi”.

Clic”.

Il gioco è fatto… Ma sei pronto a giocare?

 

dall’11 al 23 ottobre al TEATRO DELL’OROLOGIO, in Via dei Filippini 17A, Roma
 
AGGIUNGIMI di Fabrizio Romagnoli
 
Con
Antonio De Matteo, Dario Tucci, Chiara Nicolanti
 
Regia
Enzo Masci
 
Inizio spettacoli ore 21:00 (domenica 18:00)
 
BIGLIETTI
intero €14, ridotto €12
Tessera associativa compresa.
 

INFO & PRENOTAZIONI
06.68392214teatroorologio@gmail.com

 
 
 

Ma… cosa ne pensano gli attori???

 
 

Antonio De Matteo è ALEX

 
 

 

  • Ho letto il testo “Aggiungimi” del mio amico Fabrizio e mi è piaciuto subito. Un gioco d’attore decisamente intrigante.
  •  

  • Un viaggio nell’ossessione di un uomo che non è quello che vuol sembrare. Un finale mozzafiato, una commedia esilarante con i toni di una triste realtà… Qualcosa che conosco… anche se come ruolo è molto lontano da me.
  •  

  • La preparazione mi è stata utile per scoprire quelle centinaia di sfumature che apparentemente un personaggio così sembra non avere. Quegli stessi dettagli, mi hanno svelato una vita e un disagio profondi.
  •  

  • Le persone, troppo spesso, oggi come oggi, si nascondono dietro una facciata tutta lustrini e pailette e purtroppo talvolta tutto ciò trasforma la propria REALTA’ con un’altra non vera, fino a sostituirla.

 
 
 

Dario Tucci è MICHELE

 
 

  • Lavoro da tempo con Fabrizio Romagnoli, ma questa è la prima volta che mi trovo faccia a faccia con un suo testo… risultato? Un tuffo carpiato con doppio avvitamento tra: ricordi, nuove sensazioni, emozioni intense.
  •  

  • Aggiungimi” è un testo profondamente contemporaneo sia per il linguaggio sia per le tematiche trattate. Chi non ha mai giocato col mondo delle chat? Rendere un nickname o una semplice faccia piatta sullo schermo una presenza umana esistente! Potere della tecnologia!
  •  

  • Michele, il mio personaggio è apparentemente una persona sicura, equilibrata, ma in realtà soffre silenziosamente della mancanza di una persona al suo fianco e sa che per svariati motivi sarà molto difficile trovarne una giusta. L’incontro con Alex gli darà una nuova inattesa linfa vitale. Una minuscola speranza che da quella grande macelleria interattiva delle chat si possa ricavare qualche sentimento autentico. Ovviamente, non ha la minima idea di cosa gli riserverà questo particolare incontro.
  •  

  • C’è un gran lavoro di gruppo, scandito da una bella atmosfera tranquilla e collaborativa; ovviamente una prerogativa per lavorare e aver una resa finale perfetta!
  •  
     
     
     

Ma… cosa ne pensa l’attrice???

 

Chiara Nicolanti è FEDERICA

…ma anche Giorgia, Sabrina, Betta e un’inserviente…

 
 
 

  • “Ok, allora entro. Dai, Dario, non ridere, che fai ridere anche me. Dai!….. Dario, dai, ti vedo le spalle che tremano!!!! Allora entro. Enzo!!! Vabbè se ridi pure te me ne posso pure andare!” Le prove vanno avanti più o meno così da un mesetto.Tre ore al giorno. A ridere!!!
  •  

  • Quando ho finito di leggere il copione la prima volta mi è scoppiato il mal di testa. Perché mentre lo leggi vedi questi personaggi assurdi (assurdi perché reali, probabili, in questo mondo assurdo) parlare, litigare, alzarsi, rollarsi una sigaretta, emozionarsi, ridere. Li vedi far finta di andarsene e poi rientrare.
  •  

  • Vedi il caos dell’università, i libri e i cedolini, i compagni di corso che sono sempre meno compagni e sempre più famiglia, senti la solitudine di una casa lontana, di quei libri da studiare che forse non sono una meta ma una pausa, tra te e quello che vorresti diventare. Una pausa per cercare di capirlo davvero, chi sei.
  •  

  • E dall’altra parte vedi il mondo dello spettacolo, le sue fobie, i suoi mostri, i suoi tempi sfasati, la sua logicità, la sua cattiveria, il suo cinismo. Perché lo giudichiamo, ma poi non possiamo fare a meno di continuare a guardare. E’ il mondo del reality, questo voyeurismo che è diventato patologico: vogliamo spiare, vogliamo sapere, coglierla sul fatto la realtà. Come se fosse una colpa. Forse la vergogna è diventata altro da quello che era. Ci si vergogna ad essere soli. Ad essere noi.
  •  

  • Ci si ritrova attraverso un computer. Nascosti. Invisibili. Smolecolati e trasformati in un cursore. “Aggiungimi”. E a chiederlo è la nostra faccia più bella. Quella passata al vaglio da photoshop, in cui sembriamo perfetti. Chi c’è dietro a quella richiesta, dietro di noi che ormai chiediamo anche di diventare “amici”, prova a mostrarcelo uno vecchio, vecchissimo, di amico… In fondo era nato per questo…. e chissà… magari, funziona!
  •  

  • Ci si vede a TEATRO, gente!

 
 
 

E… cosa ne pensa il regista???

 

Enzo Masci regista di Aggiungimi

 
 

     

  • Riprendere uno spettacolo già portato in scena con un cast diverso è una cosa curiosa, come vedere una tua creatura che all’improvviso prende delle sembianze che non riconosci.
  •  

  • All’inizio hai un po’ di timore, soprattutto se la versione precedente è andata bene.
  •  

  • Poi dopo le prime prove scopri di avere tra le mani attori fantastici che ti rendono il compito facile, e questo timore sparisce per lasciare spazio alla voglia di sperimentare cose nuove.
  •  

  • Io me li gusto giorno dopo giorno e mi diverto da morire a vederli in azione dopo avergli indicato la direzione in cui andare.
  •  

  • E sono certo che, come me, si divertirà anche chi verrà a vederli in scena.
  •  
     
     
     
     
     

E… cosa ne pensa l’autore???

 
 

  • Penso che ancora una volta sono felice di vedere in scena un mio spettacolo!
  •  

  • Il regista, gli attori e l’attrice sono tutti bravissimi! “Aggiungimi” vive tramite loro, hanno saputo dare uno spessore unico, importante, vero, entusiasmante, allegro e divertente allo spettacolo!
  •  

  • Un testo difficile! Veramente contemporaneo in tutti i sensi! Dalle tematiche alla recitazione, tutto deve essere affrontato in modo nuovo, contemporaneo, senza orpelli classici e tecniche antiche!
  •  

  • Sembra di vedere un film a teatro! Tutto avviene lì, subito, in questo squarcio di tempo che “Aggiungimi” ci vuole mostrare!
  •  

  • Non perdetelo! E’ veramente bello e… hanno fatto tutto loro!!!
    Grazie Enzo, Antonio, Dario, Chiara!!!
  •  

  • Ci vediamo a teatro!!!

 
 
F.

TEATRO CONTEMPORANEO e TEATRO CONTEMPORANEO II di Fabrizio Romagnoli

Tre testi di teatro contemporaneo, intensi e asciutti, attraversati da pause, silenzi e cose non dette.